H O M E        SAPERE        ATTIVITA´ QRP        OVERCLOCKING        ANTENNE        USARE        QTH LOCATIONS 
 ANTENNE
ANTENNE >> verticale alto guadagno

ecco qui un antenna davvero performante da usare con la nostra fida canna da pesca:

lunghezza un quarto d'onda, spaziatura della piattina 9cm , balun alla base rapporto 1:3

se si aggiungono tre fili distanziati 20° allora si aggiunge una certa direttività al tutto.

di seguito il progetto, per le foto aspettate la primavera , adesso nevica troppo ! hehe



io pratico spesso SOTA e ho sperimentato davvero molte antenne verticali. il concetto è che un filo verticale di un quarto d'onda ha circa 30-40 ohm di impedenza; poniamo per esempio che infliggi la tua canna in un terreno medio che ti offre al massimo 15ohm. quindi l'efficenza totale dela tua antenna scende di almeno un 25%. il trucco è quindi avere un "filo" che arrivi a terra con una impedenza molto maggiore per sopperire alle perdite, tipo una piattina (i due fili distanziati da una fettuccia di plastica che si usavano una volta). con una piattina arrivi a terra con circa 150ohm e fermo restando il terreno con i 15 ohm ipotizzato prima, è evidente che l'efficenza dell'antenna arriva adesso al 90-95%. ti serve solo un balun 1:3 ( da 150ohm a 50ohm) ed il gioco è fatto. considera inoltre che il piano di terra è comunque fondamentale: elettricamente devi ricreare un dipolo, ( un braccio lo crei con la tua canna , ma l'altro è "specchiato" dalla raggiera di fili che spargi sul terreno attorno alla base. è come se prendi uno specchietto e ci appoggi una matita sopra perpendicolare, vedi 2 matite, di cui una riflessa. se lo specchio è sporco od opaco la matita riflessa si vede peggio di quella reale. quindi più ce ne sono e meglio la tua antenna ci si specchia dentro! :-D ) per le vostre esigenze la "piattinona" è lunga un quarto d'onda ma è distanziata 9cm tra i due conduttori verticali. gli estremi in alto sono saldati insieme e appesi alla punta della canna, quelli in basso rimangono separati e vanno al balun 1:3 e poi alla radio. come distanziali io ho usato dei paletti di polistirolo da 11cm ogni 50 cm. eventualmente fissane qualcuno al palo giusto perchè non si attorcigli. pesa il doppio e poco più di un filo singolo, ma va benissimo!

se proprio volete strafare, poi aggiungete anche 3-4 fili lunghi 21.50m inclinati che partono dalla sommità e si ancorano al suolo distanziati 20 gradi tra loro: avrai anche una sorta di blanda direttività (vedi foto al centro) opposta a questi riflettori(il che non guasta mai).


la seconda foto mostra i distanziatori che ho usato per questa antenna. ritagliati dall'imballo di un televisore. 20 pezzi da 12 cm ( uno ogni 50 cm se l'antenna è lunga 10 metri) pesano nemmeno 80 grammi a questo aggiungete circa 110 grammi di filo di rame (0.14 mm2) con 200-250 grammi avete una antenna che viene sostenuta tranqullamente da ogni canna . fissate qualche distanziatore alla canna, se c'è vento, per evitare che si attorcigli.


ho dimensionato il progetto per canne "fuori tutto" da 10 metri quindi per i 7Mhz.

per i 14MHz scalate il tutto del 50% (ovvio) per i 21 e 28 valgono le dimensioni dei 7 perchè si lavora in armonica. ( anche se si perde qualcosina)


le misure sono state anche sperimentate per la frequenza di 7.105Mhz con ROS 1.2 se le rispettate dovrebbe funzionare tutto al primo colpo. la taratura non dovrebbe essere difficile in quanto si tratta di una antenna a larga banda. consiglio di agire sulla lunghezza dell'antenna e precisamente sull'angolo terminale superiore della scaletta. i radiatori non sono obbligatori va bene anche senza, ma perde direttività


 


     Home | News | Photogallery
 Dr.Arch. Andrea Cavattoni - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 20/09/2017